HO LA TUA CASA IN OSTAGGIO!

Di | 11/06/2017
in balia degli squali "immobiliari"

Battuta?

Provocazione?

O triste verità?

 

Scopriamolo insieme…

 

Samuele e Valentina hanno deciso di mettere la propria casa in vendita ad inizio anno. I figli ormai grandi, l’esigenza di spazio sempre più pressante, e –perché no?– la voglia di una casa più grande, più bella, più nuova.

Qualche risparmio da parte, i prezzi ribassati ai minimi storici, e il pensiero fisso “o adesso che siamo ancora giovani, o mai più!”

A Natale la svolta decisiva… Valentina scopre di essere incinta del terzo bimbo! Sentimenti contrapposti riempiono la pancia di emozioni e la testa di pensieri… da un lato la gioia immensa per la lieta notizia, dall’altro il sogno di una casa più grande che diventa una vera esigenza.

 

L’ “adesso o mai più” era di colpo cambiato in “adesso e per forza!”.

 

Li incontro a fine gennaio la prima volta. Mi confidano di avermi chiamato dopo aver notato la pubblicità della nostra Agenzia un po’ dovunque. Mercato a Monselice, Fiera dei Santi, bacheca all’Ospedale.

Gli spiego immediatamente il metodo di lavoro che ho collaudato nel tempo. L’unico che ti permette di vendere casa in maniera serena e consapevole.

Se mi leggi da un po’ dovresti conoscerlo bene! Devo ripetermi (e ti chiedo scusa in anticipo) per tutti i novelli lettori. Quelli che oggi sono capitati qui per la prima volta.

 

1-Primo appuntamento dedicato a focalizzare insieme le vere motivazioni che ti spingono a vendere casa. E soprattutto se hai davvero una convenienza nel farlo oggi

2-Secondo appuntamento dove ti viene illustrata la valutazione commerciale; valutazione che verrà basata su due parametri fondamentali: le potenzialità di spesa degli acquirenti e i prezzi di vendita di case similari vendute recentemente nella tua zona.

3-Ultimo passaggio.. ora lascia fare a noi

controllo della documentazione prima di pubblicizzare la vendita -> eviterai brutte sorprese più avanti, quando magari avrai già firmato qualcosa col potenziale acquirente…

pubblicità solo al giusto target di acquirenti -> nessuna corriera di clienti per casa, solo persone realmente interessate e che hanno la sicurezza economica per comprare

 

Tra primo e secondo appuntamento passa sempre qualche giorno. Lascio sempre un po’ di tempo ai clienti di riflettere “in famiglia”. Le vere motivazioni toccano argomenti delicati.

A volte portano marito e moglie a scontrarsi. Ci vogliono alcuni giorni per metabolizzare certe questioni.

Ritengo fondamentale che quando una famiglia decide di vendere casa lo faccia con tutte le certezze del caso.

 

È successo così anche con Samuele e Valentina.

“Riflette con calma… una settimana in più non cambia nulla ai fini della vendita. Tra una settimana mi chiamate e mi dite se intendete procedere con la valutazione”.

 

Ovviamente sono consapevole che questo metodo di lavoro ha delle controindicazioni per alcuni clienti. A fine appuntamento tutti apprezzano la possibilità di riflettere con calma ai pro e contro di questa operazione. Sono sollevati dal pensiero di decidere immediatamente su una questione così importante come la vendita della propria casa.

Ma per alcuni giorni rimangono ancora al largo, in mare aperto, in balia dei pescecani del mercato immobiliare. I più deboli, immersi nei loro pensieri, diventano così una facile preda.

 

Samuele e Valentina mi confessarono che il giorno dopo avrebbero avuto appuntamento con un secondo agente immobiliare. Correttamente avevano deciso di interpellare anche l’agenzia con cui 10 anni fa comprarono casa.

Non sapevano che sarebbero diventati il pranzetto quotidiano per uno dei loro Venditori all’ultima spiaggia.

“O porti a casa questo incarico o sei fuori!” le parole del titolare dell’agenzia. Giacca, cravatta, il discorsetto preparato a memoria, e il posto di lavoro a rischio.

La casa, i sogni, il futuro di Samuele e Valentina e della loro famiglia, per salvare il posto di lavoro.

 

il truffatore a casa tua“Secondo la nostra esperienza puoi realizzare tot.”

“Abbiamo un sacco di clienti che cercano casa in questa zona”

“Facciamo pubblicità in internet, volantini, il miglior sito in Italia”

“La nostra è una rete di agenzie che collaborano, quindi hai più probabilità di vendere”

“Se quelli ti fanno il 4%, io ti faccio meno se ti affidi a me subito”

 

Bastarono queste frasi per farli abboccare. Pensarono che 10 anni fa si trovarono davvero bene con quest’agenzia. Anche se il Venditore non era più lo stesso, il nome fuori contava pur qualcosa.

 

La settimana seguente mi comunicarono la loro decisione. Non mi restò che augurargli un grosso in bocca al lupo.

Purtroppo avevo già intuito il triste destino.

 

  • Il poco interesse nella loro persona e nelle loro motivazioni alla vendita.
  • La valutazione approssimativa fatta “al momento” senza alcun dato reale a conferma.
  • Il fumo negli occhi di una vendita in tempi rapidi.
  • L’illusione di un servizio di prim’ordine a fronte di una provvigione più bassa.
  • Un incarico firmato al volo, senza pensarci su, per acchiappare la possibilità di uno sconto.

 

LA LORO CASA ERA IN OSTAGGIO!

 

La loro esigenza di cambiare nelle mani di Venditori senza scrupoli.

Agenti immobiliari che stavano mettendo il loro bisogno di lavorare davanti ai bisogni reali di una famiglia.

La possibilità di ricattare questa famiglia ormai prossima all’arrivo del terzo bimbo.

 

Ricattare sì… “come?!?!”

 

“Devi abbassare se vuoi vendere…”

“Ma se mi hai fatto tu la valutazione!”

“Si ma ti ho detto più o meno quanto potevi prendere… c’è la crisi, le banche non danno soldi, se vuoi vendere devi scendere col prezzo…”

“@#*&#@ adesso me le dici ‘ste robe”

 

A questo punto un briciolo di onestà dovrebbe saltar fuori. Ammettere parzialmente l’errore sarebbe già un bel salto di qualità.

Ma comunque la situazione non cambierebbe. O ribassi il prezzo della tua casa, o la tua casa finisce nel dimenticatoio.

 

Samuele e Valentina furono ancora più sfortunati in questo senso. Il loro agente immobiliare proseguì con la sua tecnica senza scrupoli… 

erano loro ad avere capito male fin dall’inizio…

era colpa loro se i mesi erano passati senza risultati…

loro avevano fissato un prezzo alto e fuori mercato…

ora per rimediare avrebbero dovuto svendere la loro casa!

 

Disperati mi hanno contattato la scorsa settimana. Valentina ha un bel pancione, il lieto evento è previsto verso la fine dell’estate.

Sono sincero. Quando mi è squillato il telefono col loro nome salvato in rubrica, per due secondi ho gioito. Sapevo che c’era qualcosa che non andava dal momento in cui continuavo a vedere la pubblicità della loro casa.

In quel preciso istante ho pensato al mio lavoro. Avevo ragione anche stavolta.

La loro scelta affrettata e basata solo sulla provvigione più bassa, li aveva messi in ostaggio di Venditori senza scrupoli.

Ora mi stavano chiamando per pagargli il riscatto!

 

Mi è bastato sentire il tono di voce di Valentina. La mia era una gioia di poco conto. C’era da risolvere una delicata situazione per il bene di questa famiglia.

Come ne usciranno te lo racconterò a cose fatte. Purtroppo non è semplice trattare con persone senza scrupoli.

 

Ciò che è importante per te, è non commettere gli stessi errori!

 

Per aiutarti, ti lascio con queste considerazioni. Il consiglio è di averle a portata di mano (e di mente!) quando ti troverai nel momento pre-“messa in vendita”

  • rifletti bene quali sono le tue vere motivazioni alla vendita
  • discutine in famiglia o con le persone di cui ti fidi
  • scegli un Consulente che ti ispiri fiducia, e non il marchio di un’Agenzia
  • meglio pochi dati reali a sostenere una valutazione, che tante parole sapienti ma che ti creano confusione
  • non lasciarti abbindolare dalla promessa di sconti conseguenti ad una firma immediata
  • affidati ad un Consulente che ti lascia il tempo di decidere con certezza, ma che non scende a compromessi sul suo metodo di lavoro
  • firma pure un incarico di vendita anche a lungo termine, se sei certo di aver rispettato tutti i precedenti consigli

  • se ancora hai delle insicurezze, chiedi spiegazioniuna domanda in più non sarà mai una scocciatura per il Consulente che mette al primo posto la persona e non la tua casa 

 

A presto, buona vendita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *